Moonlight: un pallido raggio di luna

“Una delicata miscela di bambù, note legnose e bergamotto, inebrianti come la luce della luna nell’acqua”

CATEGORIA: FRESH

NOTE DI TESTA: bergamotto;

NOTE DI CUORE: legno di fico, bambù;

NOTE DI FONDO: legni, patchouli;

41jlgwiWE8L._SY450_

Questa fragranza rischiava di rivelarsi un grande bluff al punto tale da non provare dispiacere per il fatto che la Yankee Candle abbia deciso di rimuoverla dal catalogo (2019). Racconto cosa è accaduto: acceso il votivo, dopo un’ora zero profumo e cera consumata anche piuttosto velocemente! Peccato, visto che da spento, il votivo, sembrava promettere bene, con un profumo abbastanza indefinito (per me è un pregio), non scontato e alquanto zen. A questo punto decido di ricorrere alle due armi più potenti che si possano usare nel mondo delle candele profumate: la tartizzazione (dividere in 4 il votivo) e la pazienza

Inizia a bruciare 1/4 di votivo e ancora nulla! Allora mezzo votivo (equivalente, in grammi, ad una tart intera)…Ancora nulla! Ma dopo diverso tempo (più di un’ora) ecco finalmente affacciarsi la profumazione: delicatissima, non invadente, elegante e dal leggero tocco femminile. 

Le note olfattive che si riescono a percepire sono principalmente il patchouli e i legni mentre, purtroppo, il bambù è presente solo a patto di mettere il naso praticamente sopra il bruciatore; peccato, avrebbe dato maggiore personalità a questa candela. 

L’intensità è quindi:

  • medio-bassa; 
  • il scent throw (ovvero il gettito, la capacità della fragranza di attraversare diversi ambienti) si è rivelato medio;

Una nota per la label (etichetta): sicuramente molto bella e rilassante ma il mare, l’effetto salino, non esiste affatto in questa candela. 

Concludendo: questa candela soffre sicuramente del peccato originale peggiore con cui una candela profumata possa nascere, la debolezza. Ha bisogno di una maggiore spinta, di più tempo per poter essere apprezzata. Ma siate sicuri che alla fine si farà sentire, senza essere arrogante. Non ci sarà direttamente ma la sua presenza sarà inequivocabile, come un pallido raggio di luna. Riuscirà ad offrire sensazioni calmanti, zen, e grazie al tocco femminile di una nota quasi cipriata (dovuta all’unione dei legni col patchouli e il bergamotto) conferirà una certa eleganza all’ambiente. Ora posso ammettere che un po’ mi dispiacerà non averla più in catalogo… Che tu possa tornare meno dubbiosa e sempre con la stessa elegante serenità. 

VOTO: 7/10

2 pensieri riguardo “Moonlight: un pallido raggio di luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...