Sunday Brunch Collection: qualcosa è mancato

Per la prima metà del 2019 la Yankee Candle ha presentato la collezione “Sunday Brunch“, un gruppo di fragranze realizzate allo scopo di rappresentare quelli che possono essere i profumi e i sapori di un brunch domenicale. Il brunch, derivante dall’unione di breakfast e lunch (colazione e pranzo), è una tradizione anglosassone, e americana, durante la quale si portano in tavola, a metà mattinata, in modo generalmente assai easy e informale, diversi tipi di pietanze e bevande. Sostanzialmente esse variano dal dolce al salato all’interno dello stesso pasto, mentre le bevande spaziano dall’imprenscindibile caffè e/o tè fino alle bevande dolci a base di frutta che possono essere anche leggermente alcoliche.

Q1_IT_SB_Facebook_1200x900

Questa collezione è stata divisa, a mio parere intelligentemente, in due tornate. La prima, quella primaverile, ha presentato quattro candele:

Tra le quattro (potete trovare la recensione di ognuna cliccando nell’elenco), la mia preferita è stata “Floral Candy“: un equilibrio gustoso tra la dolcezza zuccherina e un elegante e leggero profumo di fiori primaverili. La “Blush Bouquet“, seppur buona, l’ho sentita troppo avviluppata, complessa e per niente primaverile. Col senno di poi, invece, si giudica meglio la “Belgian Waffles“, davvero originale se si considera la collezione al completo. Sarebbe stata fuori luogo nella seconda parte della collezione, quella maggiormente estiva, ma secondo me è stata comunque un po’ snobbata essendo stata presentata a gennaio, quando si esce già “stanchi e appesantiti” dai saldi invernali e dalle scorpacciate di candele burrose, diabetiche e si ha tanta voglia di sentire la primavera. La “Sweet Morning Rose” è buona, a metà strada tra le due fiorite della collezione. Considerando però tutte le candele presentate e le occasioni perse di questa collezione, sarebbe stato meglio non presentarla affatto (tre “floral” in una sola sessione sono effettivamente ridondanti) e, magari, osare un po’ di più con una profumazione più attinente alle bevande; un caffè o un tè avrebbero fatto un’ottima figura e avrebbero creato maggiore equilibro.

Nella seconda parte della collezione sono state presentate tre candele:

ycsb2

Se nella prima parte della collezione è stato dato spazio a qualche fragranza di cui si sarebbe potuto fare tranquillamente a meno, creando qualche delusione, nella seconda parte, se fosse possibile, è andata anche peggio!

Partiamo con la “Honey Lavender Gelato“. Ma la Yankee Candle fa sul serio?! Prima di tutto leggera e poco intensa ma inoltre, cosa più grave, molto chimica e mal riuscita. Di gelato poi non vi è assolutamente nulla. Ciò che lascia maggiormente perplessi è che questa candela non è nemmeno una novità: è stata infatti già presentata qualche anno fa…allora che senso ha riproporla? Qualcuno mi dirà che fu una candela molto amata (il perché mi risulta difficile capirlo) e quindi aveva senso ritirarla fuori. Ok va bene, allora perchè non proporla come premium? Si occupa spazio in una parte di collezione composta da sole tre candele di cui una è una vecchia conoscenza? La scelta di farla uscire come premium sarebbe stata molto più azzeccata e nemmeno insensata visto che la Yankee Candle ha presentato un’edizione limitata di qualche anno fa come premium della prima parte della collezione. Stiamo parlando della “Market Blossoms“.

Dxvy7XGWoAA8rWR

Ancora, “Grilled Peaches & Vanilla” buona, ma c’era così tanto bisogno di una nuova candela a base di pesche che guarda un po’ non sono affatto grigliate? E la pallina di gelato alla vaniglia presente nella label che, invece, nella candela non sa affatto di gelato? Unica salvezza la “White Strawberry Bellini” che presenta una fragola golosa e per nulla chimica (come in precendenti profumazioni Yankee Candle tutte ritirate dal catalogo), che combina in una sola candela frutti, champagne e, cosa più bella, riesce a trasmettere la sensazione di una bevanda. Finalmente qualcosa da bere in questo brunch domenicale che, senza quest’ultima candela, rischiava di diventare un percorso ad ostacoli tra fiori e pietanze (tutte dolci), nel quale solo i più bravi sarebbero  riusciti ad uscirne senza soffocamenti dovuti alla mancanza di qualcosa da bere.

Come avete letto, di passi falsi ce n’è stato qualcuno e di occasioni mancate molte. E’ come se ci si fosse adagiati sugli allori. E’ impensabile presentare una collezione sul brunch e non avere una candela che sappia di tè o di caffè. Inoltre ci si è dimenticato un “piccolo” dettaglio: che fine hanno fatto i cibi salati? Il brunch è chiaramente l’unione di cibi sia dolci che salati. Certamente questi ultimi sono più difficili da riprodurre in una candela e non sono sempre molto amati, ma stiamo parlando della Yankee Candle! Un’azienda che ha prodotto candele al bacon, al ripieno di tacchino, ai noodles! Anche solo ripresentare queste rarità avrebbe fatto più piacere a noi consumatori, piuttosto che vedere riproporci varianti di candele che sono già a catalogo o profumazioni uscite solo pochi anni fa, diffuse in larga scala, e facilmente reperibili su internet.

Il brunch domenicale è un’occasione per condividere in concomitanza una colazione e un pranzo. Un momento di relax, da passare in compagnia e in allegria. Nel caso della Yankee Candle, salvo che per qualche eccezione, in questo brunch si finisce a litigare su chi era l’incaricato a portare i cibi salati e sul perchè essi manchino, e magari, tra una discussione e l’altra, si finisce con lo strozzarsi per insufficienza di bevande!

 

 

 

Pubblicità

3 pensieri riguardo “Sunday Brunch Collection: qualcosa è mancato

  1. Condivido il giudizio generale sulla collezione. Personalmente, infatti, l’unica che ho acquistato in giara è stata la Floral Candy, molto piacevole anche se magari non originalissima. Per il resto, ho preso solo alcuni votivi per provare le diverse fragranze. Come scrivi giustamente tu, visto il numero di profumazioni lanciate, si poteva fare meglio ed osare sicuramente di più. Fortuna che nel frattempo è uscita anche la Seaside Woods, che invece mi è piaciuta moltissimo. Ciao

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...