Sweet Maple Chai: ode alle spezie

“Una tazza traboccante di latte speziato e sciroppo d’acero in un vortice di perfetta cremosità”

CATEGORIA: FOOD & SPICE

NOTE DI TESTA: cannella, chiodi di garofano;

NOTE DI CUORE: noci Pecan tostate, cardamomo, profumo di latte macchiato;

NOTE DI FONDO: acero, toffee, zucchero;

AW19_Farmers_Market_Sweet_Maple_Chai_LANDSCAPE_85be6cd0-adb4-49d2-8c54-5b437c0a4523

Fragranza presentata nella collezione autunnale “Farmers’ Market” nel 2019. 

Sebbene le nuove label non presentino una categoria di appartenenza, questa profumazione rientra nelle “Food & Spice“. 

Da qualche anno il chai latte è diventato una vera e propria tendenza. In diversi paesi è possibile ordinarlo in quasi tutti i bar durante tutto l’anno. Nasce nei paesi orientali e si sviluppa particolarmente in India, ove il termine chai significa tè. Ma in India in realtà non si beve il tè con il latte bensì il latte con il tè, dunque è il latte il vero protagonista. Yankee Candle fa un passo in avanti, spinge sull’acceleratore, aggiungendo a questo latte speziato noci Pecan tostate, sciroppo d’acero e toffee…insomma, in puro stile americano, in puro stile Starbucks. Naturalmente concorderete con chi vi scrive che accendere questa candela (per dovere di cronaca!) durante le afose e torride giornate estive può equivalere ad una sconfitta a tavolino; è come giocare una finale mondiale di scacchi ma a te sono taccate le pedine della dama! Ma forse non è andata poi così male…

Innanzitutto pensavo di ritrovarmi una fragranza strasatura di sciroppo d’acero, come tante già sentite finora, invece no! Le prime note olfattive che arrivano sono le spezie: la cannella, che si mantiene sempre sottotono, i chiodi di garofano e, fortunatamente, il cardamomo che sembra dare maggiore respiro, maggiore leggerezza a tutte queste spezie, quasi una freschezza come solo alcuni aromi secchi usati in cucina possono avere. E poi c’è questo profumo di latte macchiato che non si avverte singolarmente (lo si avverte invece a candela ormai spenta), ma si avverte la sua dolcezza trattenuta. Piano piano questa fantastica bolla di spezie affogate nel latte scoppia e lascia la scena alla seconda anima di questa candela: la dolcezza, abbastanza diabetica, delle noci Pecan tostate (direi caramellate), dello zucchero, del toffee e dello sciroppo d’acero. E’ una dolcezza che pur essendo decisa non è mai feroce e stucchevole, lo si sente, anche in questo caso, il tributo delle spezie che hanno inizialmente creato questo bisogno di golosità. Perciò, la grande differenza tra la “Sweet Maple Chai” e le tante altre profumazioni Yankee Candle contenenti sciroppo d’acero sta tutta nelle spezie, particolarmente nel cardamomo, assoluto ago della bilancia tra le note olfattive. 

Ho usato mezza tart in un ambiente di medie dimensioni e l’intensità è stata:

  • alta-notevole (credo possa dare ottime soddisfazioni in giara grande);
  • la persistenza massima (il profumo si è attaccato alle pareti);
  • lo scent throw alto-notevole;

Mi rendo conto che questa non è una fragranza adatta a tutti e che probabilmente, per il tempo che resterà sugli scaffali, non sarà un grande successo commerciale, soprattutto in Italia. Forse senza la parte dello sciroppo d’acero e delle noci l’avrei apprezzata maggiormente, anche se a quel punto sarebbero rimaste soltanto delle spezie ammorbidite da un sentore di latte macchiato nemmeno così tanto distinguibile. Si sarebbe potuto approfondire maggiormente, e lavorare meglio, sul profumo del latte e creare così qualcosa di ancora più unico, senza dover giocare la facile carta della dolcezza diabetica data dall’acero e dalle altre note che, a mio avviso, fanno virare questa fragranza più verso l’inverno che verso l’autunno. Va’ comunque riconosciuta alla Yankee Candle la capacità di aver amalgamato benissimo questa profumazione, di non aver puntato tutto solo sulla parte dolce e, soprattutto, di aver fatto un grandissimo lavoro sulle spezie, in questo caso salvifiche, creando così una candela che ha una sua originalità, una sua raison d’être. 

VOTO: 7,5/10

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Sweet Maple Chai: ode alle spezie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...