Forbidden Apple: mela avvelenata?

“Una seducente pozione di mela, bergamotto, quercia nera e vaniglia noir che vi trasporterà in un luogo misterioso e proibito”

 

NOTE DI TESTA: bergamotto, ricco nettare di pera, mela cotogna candita, zucchero di canna;

NOTE DI CUORE: mela Red Delicious, mela Macintosh, quercia nera, fresia di mezzanotte;

NOTE DI FONDO: patchouli scuro, fava Tonka, vaniglia nera, legno di cedro;

yankee-halloween-forbidden-apple-medium-jar-candle

Fragranza di Halloween presentata per la prima volta nel 2016.

Forbidden Apple” è una di quelle profumazioni che, a dispetto delle label o del suo essere una limited edition di Halloween, potrebbe essere una “fruit” tranquillamente a catalogo tutto l’anno. Al 90% il suo profumo ricorda esattamente quello delle mele verdi della varietà “Granny Smith” (col nome di questa varietà di mela la Yankee Candle presentò proprio una premium nel 2015). La “questione” è che nelle note olfattive dichiarate le uniche due varietà di mele, mela cotogna a parte, sono rosse. Normalmente in Italia associamo alle mele rosse una consistenza farinosa e un sapore piuttosto dolce. Invece, la Red Delicious e la Macintosh (quest’ultima maggiormente) sono mele rosse croccanti e leggermente acide. Volendo lasciare la disquisizione sulle diverse varietà di mele ad altri ambiti, è comunque innegabile che ciò che si annusa in questa candela è l’odore che generalmente si ha delle mele verdi. Un aroma, quindi, fruttato di mela, acido, croccante che però, nel caso della “Forbidden Apple“, presenta anche una minore ma assolutamente distinguibile parte più morbida, più dolce, che sarebbe più corretto definire dolciastra, probabilmente derivante dalla mela cotogna candita, dallo zucchero di canna e, forse, da altri sentori che comunque non sono affatto distinguibili singolarmente. 

In tart l’intensità è: 

  • medio-alta;
  • la persistenza media;
  • lo scent throw medio-alto;

Forbidden Apple” è una fragranza che la mia mente non riesce proprio a collegare ad Halloween. La mia mente l’associa al profumo dei succhi di frutta alla mela verde (tipo quello della Yoga per intenderci), che hanno sicuramente la parte acida e veritiera della mela verde ma anche una buona dose di zuccheri aggiunti per rendere il tutto più goloso. Resta comunque una buona candela, non totalmente acida come le mele verdi ma, anzi, con una lieve e ambigua dose di leziosità del tutto inaspettata…che sia una mela avvelenata?!

VOTO: 7/10

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...