Lavender Blueberry: un mix atipico

“Mirtilli, lavanda e vaniglia. Un mix atipico per creare una fragranza fresca dai toni dolci”

NOTE DI TESTA: mirtillo, lavanda;

NOTE DI CUORE: cocco;

NOTE DI FONDO: crema alla vaniglia;

lavender-blueberry-giara-grande-kringle-candle

Che “Lavender Blueberry” sia un mix atipico, come dichiarato nella descrizione ufficiale, è fuori dubbio. Di profumazioni al mirtillo ne è pieno il mondo, ma in questo caso la piccantezza e l’acidità del mirtillo sono dapprima stemperate da una nota dolce, zuccherina, indefinita e che arriva indirettamente. Il tutto è completato da un tocco finale fresco che si comprende essere lavanda ma, anche in questo caso, è una percezione indiretta nell’aria; la lavanda non risulta mai estremamente fiorita. E’ fresca e va ad interrompere quella dolcezza pungente caratteristica del mirtillo. Quest’ultimo è protagonista, mentre la nota dolce che, a dispetto della label non riproduce il profumo di una crostata, rende “Lavender Blueberry” dolce ma senza strafare. 

A me, e forse soltanto a me, ha dato l’idea di una spolverata di zucchero a velo vanigliato sui mirtilli. Il cocco vi assicuro che non si percepisce come tale. La lavanda è il lieve accenno fresco che arriva durante l’ultimo istante e che rende “Lavender Blueberry” un dolce sì atipico, ma perfetto per l’autunno. 

Tartizzando 1/4 di daylight in un ambiente di medie dimensioni l’intensità è stata: 

  • notevole-massima, se ne consiglia l’uso in spazi ben ventilati;
  • la persistenza alta-notevole;
  • lo scent throw notevole;

Direi che la descrizione fornita dalla Kringle Candle è di per sé ben esaustiva anche se, personalmente, modificherei l’ultima frase così: “Un mix atipico per creare una fragranza dolce dai toni freschi“, questo perché ritengo che la parte dolce sia più o meno allo stesso livello della nota aspra del mirtillo, mentre la nota fresca, leggera, si percepisca soltanto nel finale. Ovviamente per poter apprezzare “Lavender Blueberry” bisogna amare il mirtillo, cosa non così scontata, e le profumazioni dolci, anche se in questo caso non si può parlare di una dolcezza estrema. 

Reputo “Lavender Blueberry” buona, originale e ideale in cucina, nei mesi freddi, per ricreare un clima accogliente ma anche deciso e dinamico. 

VOTO: 7,5/10

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...