Beach Escape: acquatica ma non marina

“Scoprite un luogo ombreggiato sotto le palme per concedervi una tranquilla visita sull’oceano. Note che richiamano aria di mare si fondono con profumi floreali e legnosi: un modo perfetto per ripensare alla vostra giornata in paradiso”

NOTE DI TESTA: note ozoniche, palma verde acquatica;

NOTE DI CUORE: mughetto, gelsomino, tarassaco;

NOTE DI FONDO: orzo, note di erba, note muschiate e legnose;

beach-escape-giara-grande-yankee-candle-1000x1000

Acquistabile qui

Fragranza presentata all’interno della collezione “The Last Paradise” del 2021.

Molte persone, forse fuorviate dal nome, dalla bellissima label e dal colore stupendo della cera, hanno pensato che “Beach Escape” fosse una sorta di “Turquoise Sky” (qui la recensione) rivisitata. Ebbene non potrei essere più in disaccordo in quanto, mentre nella “Turquoise Sky” il carattere marino e il sentore salmastro sono assoluti protagonisti, così tanto da essere quasi pungenti, in “Beach Escape” questa salinità manca del tutto. 

Si tratta di una profumazione decisamente acquatica e ozonata, con distinte note fiorite che, grazie al mughetto, virano verso il profumo di fiori bianchi. La nota verde è miscelata fra il sentore di acqua dolce e quello dell’aria fresca e frizzante. Se proprio dovessi paragonare questa fragranza ad un’altra profumazione la paragonerei -per puro scopo esplicativo nei confronti dei lettori di questo blog- alla “Cucumber Rain” (qui la recensione) della Goose Creek. Anche se praticamente lo genere di profumazione è lo stesso, in “Beach Escape“, comunque, si distingue una maggiore profondità data dalle note fiorite (non distinguibili fra loro) e, infine, da note muschiate che durante i lunghi periodi di bruciatura possono risultare, ai nasi più sensibili, lievemente dolci.

Tartizzando 1/2 votivo in un ambiente di medie dimensioni l’intensità è stata:

  • alta, si sente bene riempiendo senza timore l’ambiente;
  • la persistenza buona-alta;
  • lo scent throw alto;

Beach Escape” è indubbiamente adatta a chi predilige fragranze acquatiche, ozonate e fresche, ideali durante l’estate per rinfrescare ogni ambiente della casa. Per quanto riguarda questa prima parte della collezione, “Beach Escape” è senza dubbio la mia profumazione preferita…ma per favore non definitela una fragranza marina!

VOTO: 8/10

Pubblicità

3 pensieri riguardo “Beach Escape: acquatica ma non marina

  1. Non conosco ancora questa fragranza. Sono appassionata di Tart yankee, ma la mia preferita in assoluto, Riviera escape, è fuori assortimento da un po’. Era davvero meravigliosa, sotto ogni aspetto. Intensa ma non stucchevole o invadente, fresca inebriante e delicata tutto insieme. La perfezione insomma. Non capisco come si possa mettere fuori assortimento.
    Spero che questa fragranza sia sulla scia della Riviera escape, il nome ed il colore la ricordano. Forse qualcuno che le ha provate entrambe può fare un paragone.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...